MediaNews

Accordo tra Alma Mater e BI-REX, il Competence Center 4.0 focalizzato sui Big Data

Firmata la collaborazione che per i prossimi tre anni vedrà lo sviluppo e la realizzazione di progetti e attività strategiche per le imprese

CONDIVIDI:

E’ stato firmato un accordo quadro di tre anni tra l’Università di Bologna e BI-REX, il primo Competence Center in Italia in grado di dotarsi di una propria Linea Pilota, fabbrica digitale in cui le tecnologie Industria 4.0 si integrano con quelle tradizionali. La collaborazione con il Centro di Competenza avente sede a Bologna prevede lo sviluppo congiunto di attività di innovazione, divulgazione tecnologica e formazione rivolta alle piccole e medie imprese, oltre alla collaborazione su iniziative e programmi nell’ambito di Horizon Europe.

Nel corso dei prossimi tre anni si prevede di mettere in campo iniziative di orientamento e formazione rivolte alle piccole medie imprese, ovvero seminari, webinar, workshop, tavole rotonde e corsi progettati da personale BI-REX e docenti dell’Alma Mater. In programma anche l’attuazione di progetti di innovazione, dimostrazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, proposti dalle imprese, anche in forma collaborativa, e servizi di trasferimento tecnologico in ambito Industria 4.0. L’Alma Mater e BI-REX saranno infine partner nell’attrazione di finanziamenti competitivi, promuovendo e facilitando la partecipazione congiunta a bandi e programmi di ricerca e innovazione, in particolare europei.

Da ormai due anni è attivo BI-REX (Big Data Innovation & Research Excellence), partenariato pubblico-privato di 44 imprese e 12 università/enti di ricerca e consorzio finanziato anche dal MISE nell’ambito del Piano Nazionale Industria 4.0, la cui ideazione e costituzione è stata guidata dall’Università di Bologna. BI-REX rappresenta ormai per l’Ateneo un partner strategico per tante iniziative di innovazione e formazione rivolte in particolare al mondo delle piccole e medie imprese.

 

Nell’arco del 2020 BI-REX ha proseguito l’emissione di bandi per la selezione di progetti di innovazione tecnologica su co-finanziamento MISE: a maggio è stato pubblicato il secondo bando, con un budget di 1,2M, che si è chiuso in luglio con il finanziamento di 7 progetti, 3 dei quali vedono la partecipazione dell’Università di Bologna, in 2 con ruolo di coordinamento scientifico.

Nella primavera/estate del 2020 sono state avviate le attività di divulgazione e formazione, in particolare l’Università di Bologna ha contribuito a 5 webinar di divulgazione tecnologica e awareness raising su trend e tecnologie e a 3 corsi di formazione per dipendenti aziendali.

A settembre l’Ateneo e BI-REX hanno collaborato nella presentazione al MISE della proposta di European Digital Innovation Hub, che costituiva il primo step per l’analogo bando della Commissione Europea attualmente aperto, e creerà le premesse per proiettare Ateneo e Competence Center verso il programma di finanziamento europeo Digital Europe.

Il 27 ottobre 2020 è stata inaugurata la Linea Pilota, Smart Factory progettata e costruita presso il centro per supportare i processi di innovazione tecnologica e di digitalizzazione delle imprese, per la cui progettazione è stato di fondamentale importanza il contribuito dell’Università di Bologna.