BIREX FOR LIFE SCIENCE

La Filiera Scienze della Vita di BI-REX, ha lo scopo di facilitare la realizzazione di progetti di Ricerca e Sviluppo funzionali al trasferimento di innovazione al  sistema dei  servizi  per la Salute ed  alla medicina traslazionale, attraverso  le  Tecnologie  Big Data ed Intelligenza Artificiale,  applicate alla ricerca clinica. 

La Filiera è promossa da  Bi-REX  e da  soggetti  consorziati  con elevata competenza in ambito Life Science, quali  l’Università Alma Mater Studiorum, UPMC  ( University of Pittsburgh  Medical Center) INFN ( Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e l’Istituto Ortopedico Rizzoli,  e si caratterizza quale  rete composta da soggetti pubblici e privati, a valenza interregionale e   quale principale luogo di confronto continuo tra reti di Università e centri di ricerca,  player  industriali, PMI ed una   specializzata rete di centri clinici  su base nazionale ed internazionale.

 

Le tecnologie digitali e gli ambiti di applicazione in ambito sanitario

I Partner

 

UNIBO, Alma Mater Studiorum, Università di Bologna

IOR IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli

UPMC University of Pittsburgh Medical Center

CINECA, Consorzio Interuniversitario

INFN Istituto Nazionale e Fisica Nucleare

TPM Tecnopolo Biomedicale M. Veronesi

IRST Istituto Romagnolo per lo Studio dei tumori

RI.MED, Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica (CBRB)

 

 

UPMC  – Università degli Studi di Palermo ( Dipartimenti BIND, DICHIRONS e Centro Servizi ATEN) – Consorzio Interuniv. Bio-Oncologia – UNICT- Policlinico di Catania – Centro di Oncologia ed Ematologia Sperimentale  – SIDRA Medical Research Center –Doha – NIH National Institute of Health (USA) – Azienda Ospedaliera Cannizzaro- UOC di Ginecologia ed Ostetricia  – Alleanza Contro il Cancro – Rete degli IRCCS del Ministero della Salute IRIB -CNR – Massachusetts General Hospital/Harvard Medical School – INFN ( Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – Laboratori del Sud) – Ri.Med – Università Cattolica del Sacro Cuore – IOM  ( Istituto Oncologico del Mediterraneo) – Università Unicamillus – Università Humanitas  – IRCCS Sant’Orsola – Università degli Studi di Torino

 

Obiettivi e attività

 

3.1 Obiettivi

La filiera Life Science  si pone quale primo Hub italiano per  la   gestione di “Big & Open Data per Terapie Innovative” a  supporto della valorizzazione ed organizzazione del sistema della ricerca attraverso  uno specifico ecosistema di competenze, infrastrutture, strumentazioni  e lo sviluppo di una rete industriale e di trasferimento tecnologico a supporto.

L’ecosistema BI-REX For  Life ”, partendo dalla gestione e analisi dei Big Data, si pone l’obiettivo  di  sperimentare  un  sistema  unico e condiviso per la ricerca di base, preclinica e clinica.  Un sistema, in grado di fungere da piattaforma per la sperimentazione di terapie innovative per patologie ad alto impatto sanitario, sociale ed epidemiologico, facilitando le  sinergie tra  istituzioni scientifiche e  sanitarie del Nord e del Centro Italia, con analoghe strutture e centri specializzati del Sud.

Bi-Rex si trova al centro dell’ecosistema della regione Emilia Romagna centrato sui Big Data, una regione Data Valley europea, che grazie alla propria Agenda Digitale vuole essere laboratorio e apripista per il Paese sulle politiche per la transizione digitale, fra i pilastri del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

 

Aree – Target di Intervento

 

 

Servizi

 

  • Prodotti e servizi innovativi attraverso le competenze e le tecnologie presenti presso le aziende la rete dei  laboratori della filiera e  l’uso di  Big Data e Intelligenza Artificiale,
  • Implementazione, in forma congiunta, di progetti legati a casi d’uso, nei settori Sanità, Biomedicale, Farmaceutico, in modalità open innovation
  • Servizi tecnologici per il settore Life Science disponibili presso Linea Pilota di BI-REX in diverse configurazioni e presso i laboratori di innovazione 4.0 di consorziati e partner, ad es. manifattura additiva per protesica e in ambito operatorio, wearables e sensori, automazione ospedaliera, image recognition, AI, ecc.;
  • Individuazione di nuove linee di tendenza per attività di ricerca e nuovi servizi configurabili sulla base all’adozione di tecnologie Big data e AI;
  • Elaborazione di una piattaforma costantemente aggiornata di servizi di Orientamento, Formazione, Consulenza, R&D, progetti di Innovazione, basata sulla sinergia Università/Centri di Ricerca/ Centri Clinici ed Imprese;

 

 

Filiera Bi-REX for Life Science e il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza

 

La Filiera Bi-Rex for Life Science ha predisposto un  Piano d’azione “ Next Generation UE- Life Science 4.0. Made in Italy, ovvero un piano di filiera interregionale dell’Innovazione, per una Sanità di prossimità, accessibile, sicura e tecnologica, incentrato su  3 progetti e 46 azioni pilota coerenti con il PNRR e con il Piano Nazionale per la Ricerca 2021/2027

 

I Progetti

 

Pilota 1: Big Data per la Ricerca Biomedica e la personalizzazione delle cure in ambito oncologico – Coordina IOR – Regione Emilia Romagna insieme a Alleanza Contro il Cancro, Università  Cattolica del Sacro Cuore, Regione Lazio, Università degli Studi di Palermo ed Università degli Studi  di Catania.

Obiettivo: Costituire la prima filiera biotecnologica inter-regionale per la ricerca, la medicina predittiva e di precisione in ambito oncologico, attraverso  le tecnologie Big & Open Data. 

 

Pilota 2: Ospedali virtuali e la rete dei servizi di Telemedicina per una medicina di prossimità – coordina UPMC

Regioni Target : Toscana-Emilia Romagna – Lazio-Sicilia

Obiettivo del progetto è il superamento della parcellizzazione dei servizi di telemedicina e della  disomogeneità territoriale e la sperimentazione di un innovativo modello di assistenza domiciliare digitale  incentrato sui territori e sulle reti di assistenza socio-sanitaria di prossimità.

 

 

 

 

Pilota 3 : Ospedali 4.0 tra sostenibilità e innovazione – coordina UNIBO

Obiettivo del progetto è l’applicazione delle tecnologie 4.0 che stanno rivoluzionando l’industria manifatturiera al fine di renderle funzionali al miglioramento della salute dei cittadini attraverso l’analisi dei Big Data generati quotidianamente dalle migliaia di apparati (dispositivi medici, sensori, farmaci personalizzati, diagnostica, robot i sala operatoria) presenti negli ospedali.

 

 

…e 46 attività in 7 ambiti di intervento:

 

 

  • Digital Health: tecnologie digitali e sensoristica per la medicina preventiva e personalizzata
  • Intelligenza Artificiale per la diagnostica di precisione e l’innovazione dei processi sanitari
  • Sistemi di realtà virtuale e aumentata per la simulazione delle procedure cliniche e la gestione dei dispositivi medici
  • Robotica per la salute e sicurezza 4.0
  • Fisica medica avanzata a supporto della ricerca e della medicina di precisione personalizzata
  • Valutazioni di impatto delle tecnologie sui servizi per l’incremento della qualità e sostenibilità
  • Approcci computazionali integrati nel processo di R&S del farmaco, terapie, tessuti e organi ingegnerizzati